Zeta La Lettera Greca Icona, Simbolo Di Zeta Illustrazione Genuino Lettera Zeta Greca

Zeta la lettera greca icona, simbolo di zeta illustrazione, Lettera zeta greca

Altre Galleries Lettera Zeta Greca

Genuino Lettera Zeta Greca - Impara le preposizioni. Una preposizione desidera che il nome che lo segue sia scritto in un caso sicuro (non c'è sempre un singolo caso). Ad esempio, la preposizione απο ("from") deve essere accompagnata da un sostantivo in genitivo. La preposizione εν ("in" o "su") è seguita per mezzo di un sostantivo in dativo.

Come immagine, il csi è usato all'interno della formulazione di cauchy e lagrange e all'interno delle caratteristiche di numeri complicati f (z). Nella chimica corporea suggerisce il grado di sviluppo di una risposta. Nella fisica delle particelle, la lettera csi chiama una categoria di barioni.

Nel caso in cui dai un'occhiata al greco, potresti essere in grado di leggere scritti ben noti, insieme a quelli di platone, luciano, senofonte, ippocrate, omero e il "nuovo testamento" all'interno dei manoscritti più autentici disponibili, oltre ad essere in grado di comunicare con i greci e i ciprioti nella loro lingua locale. Inoltre, con l'osservazione del greco aumenterai anche le tue informazioni sull'italiano, visto che molte parole italiane derivano dal greco. Questa newsletter è un piccolo manuale per studiare il greco.

Coniugazioni verbo di ricerca. Una tabella con i verbi è normalmente osservata alla fine dei manuali greci massimi: assicurati di esaminarla in dettaglio. Il "dono" e l '"imperfetto" suggeriscono un'azione continua o ripetuta. Le frasi con un tempo "perfetto" suggeriscono un movimento già finito. Le frasi in "aorist" servono a significare un movimento semplice e indefinito, ed è usato miglia mentre non è necessario suggerire continuità, completamento o non completamento del movimento espresso usando il verbo. Un verbo può avere una forma attiva, media e passiva ed è quindi miscelato. Inoltre, un verbo viene mescolato in base al contesto, come istanza indicativa, vitale, congiuntiva, optativa.

Impara le versioni. Ci sono 3 declinazioni in greco: la prima, la seconda e la terza. Ogni nome deve essere declinato con modifiche nell'ultima parte della parola, a seconda che sia molto singolare o plurale, e a seconda che sia miglia all'interno del nominativo (esempio: la parola "ragazzo" in "uomo vede il cane "), in vocativo (esempio:" ragazzo "in" o ragazzo, guarda il cane!), Accusativo (esempio: "canino" in "una persona vede un cane"), genitivo (esempio, "di ragazzo" in " il figlio del ragazzo vede un cane "), dativo (esempio:" all'uomo "in" il figlio compra un cane all'uomo "). Gli aggettivi sono declinati in modo paragonabile ai nomi e devono considerare i nomi, all'interno della gamma, all'interno della custodia e nello stile.