Estizione, Rapporto Di Lavoro, Docsity I Più Nuovi Lettera Di Licenziamento Obbligatoria

Estizione, rapporto di lavoro, Docsity, Lettera di licenziamento obbligatoria

Altre Galleries Lettera Di Licenziamento Obbligatoria

Lettera Di Licenziamento Obbligatoria - Con la riforma del 1973: il tribunale di primo grado è competente per le controversie di primo livello sul duro lavoro; la sua sfera è costituita da tutte le controversie che hanno come dettaglio non insolito la subordinazione socio-economica di uno degli elementi della relazione, quindi quelli relativi alle relazioni tra personale privato e pubblico. La legge procedurale del lavoro segue i principi di oralità, attenzione e immediatezza; in verità, ciascuno nell'incantesimo e nel memorandum dell'incorporazione, l'imputato dovrebbe implicare veramente e precisamente quale sia la sua posizione e le sue affermazioni. Al giudice sono conferiti ampi poteri istruttivi: può avere l'ammissione delle prove in qualsiasi momento; può richiedere statistiche e commenti ai sindacati. Inoltre, sono vietate semplici udienze di rinvio. Sull'ascolto della scelta, dopo il lento interrogatorio degli eventi, tenta la conciliazione della disputa:> se ha successo, viene prodotto un disco che è potente come titolo esecutivo; > se fallisce, il processo continua fino a quando la sentenza non è provvisoriamente esecutiva: l'appello decide inoltre di far cadere l'esecutività di tutta o parte della pena con un ordine insindacabile se vi sono "motivi gravi". Le sentenze di condanna nel desiderio del dipendente possono essere sospese meglio se è in grado di dare alla festa di compleanno opposta un "danno molto grave". Con la riforma del 1998 sono stati introdotti strumenti giudiziari maggiori per accelerare il modo di lavorare:.

Per osservare, sanziona il passaggio del licenziamento da un atto di autonomia privata assolutamente insindacabile alla transazione carceraria la cui legittimità dipende dal rispetto delle necessità formali e dalla vita di motivi giustificativi (giusta causa del 2119 o motivo giustificato).

Pagato per un massimo di trecentosessantacinque giorni (fino a 24 o 36 anni a seconda dell'età del lavoratore); per un importo identico a cento dell'ottimo trattamento cig entro i primi trecentosessantacinque giorni e che diminuisce a ottanta entro la durata successiva; su richiesta (per avviare un'attività indipendente o far parte di una cooperativa) può anche essere pagato in un'unica soluzione.

Possibilità prevista per un lavoratore che, non appena ha ricevuto la condanna alla reintegrazione, la rinuncia a chiedere alla società un indennizzo che sostituisce la reintegrazione identica a quindici guadagni mensili di stipendio mondiale, di fatto che l'organizzazione è obbligata a fornire (è comunque rimborso per danni).