Come Scrivere A Qualcuno A, È Stato Diagnosticato Il Cancro Attraente Lettera Ad Un'Amica Malata Di Tumore

Come Scrivere a Qualcuno a, è stato Diagnosticato il Cancro, Lettera ad un'amica malata di tumore

Altre Galleries Lettera Ad Un'Amica Malata Di Tumore

Come Scrivere A Qualcuno A, È Stato Diagnosticato Il Cancro Attraente Lettera Ad Un'Amica Malata Di Tumore - "stanotte ho scoperto che eri stato lì: una goccia di esistenza è sfuggita dal nulla. Sono rimasta lì con gli occhi enormi nell'oscurità e all'improvviso, un lampo di realtà è diventato raggiungibile. Sì, ci sono stati. Essere colpito al petto da uno sparo. Il mio cuore coronarico si è fermato. "? così che il libro di oriana fallaci inizia a essere offevuto. Lettera a un bambino non nata in alcun modo, pubblicata nel 1975, nel mezzo delle manifestazioni del movimento femminista. Meglio un anno prima, nel 1974, il regolamento sul divorzio è stato approvato, semplicemente perché il movimento inizia ad accumulare le sue prime vittorie, l'ebook di fallaci appare come una nota stridente in mezzo agli slogan femministi: perché scrivere e parlare della vita, quando le ragazze hanno lottato per rivendicare la loro libertà? Non è cambiato in alcun modo esplicitamente dichiarato, tuttavia la maternità, in quegli anni, ha iniziato a essere sentita come una situazione di schiavitù, di inferiorità. L'aborto è diventato il diritto ideale delle ragazze. Aby in nessun modo nato non è in alcun modo un e-book che parla approssimativamente dell'aborto: questo argomento attraversa il filo della narrazione e si fa sentire nel finale toccante. L. Un. Lettera è un ebook sulla maternità: la protagonista, una ragazza senza volto e identificativo, single e al culmine della sua professione, scopre di essere incinta. ? lontano senza indugio assalito da dubbi: "mi sono posto costantemente la domanda atroce: se non fossi nato tu? E se ad un certo punto mi hai rimproverato urlando" chi ti ha chiesto di posizionarmi all'interno del mondo, perché mi hai posizionato lì, perché? "(...) Come posso capire se non sarebbe giusto buttarti via, come posso scommettere che non vuoi tornare in silenzio?". La ragazza, per cominciare determinata a abortire, inizia un drammatico monologo, comunica con suo figlio, raccontandogli della sua vita, del mondo, della società in cui può vivere se un giorno dovesse nascere. E di conseguenza, decide di tenerlo. Ma una terribile domanda rimane nella sua mente: perché dare alla luce questo bambino? All'interno della letteratura del 20 ° secolo il tema della maternità è stato trattato numerose volte, diventando un vero e proprio topos letterario. Ne è un esempio l'opera tonio kröger (1903) dello scrittore tedesco thomas mann: tonio, un giovane ragazzo appartenente alla ricca magnificenza media di lubecca, è diviso tra l'ammirazione per suo padre, un ragazzo critico e distinto e l'amore incondizionato per sua madre: "sean dunkle und feurige mutter, die so wunderbar den flügel und die mandoline spielte, und her battle froh, daß sie sich ob seiner zweifelhaften stellung unter den menschen nicht grämte." (Tonio amava la sua mamma oscura e calda, si esibiva meravigliosamente in piano e mandolino, e si è reso felice di non aver sofferto per la sua incerta funzione tra gli uomini). La vena creativa della mamma, che tonio erediterà, potrebbe essere la ragione del suo isolamento sociale, del suo sentimento: "fremd unter den anderen" (estraneo agli altri), e del suo allontanamento da sua madre e dalla sua città. L'affetto che sua madre prova per lui, la sua preferenza di trasmettergli l'amore attraverso il canto, può essere il motivo per portarlo lontano da lei. Fallaci scrive: "quelle meravigliose calzature, per esempio. Sono belle per me ma per te? Griderai e urlerai quando le indosserò. Potrebbero disturbarti, sono positivo. Ma lo attaccherò comunque a te , forse affermando di avere freddo e di abituarti un po 'alla volta. Potresti piegarti, domare, soffrire se li ometti. E questo potrebbe essere l'inizio di una lunga catena di schiavitù in cui l'anello primario potrebbe essere rappresentato attraverso di me, visto che non potrai più fare a meno di me. (...) Quindi inizierai a camminare con l'aiuto di te stesso, consumando da te, decidendo da dove andare e mentre pulire. E poi sorgerà una schiavitù maggiore. La mia raccomandazione, i miei insegnamenti, i miei consigli. La tua stessa preoccupazione di farmi male facendo cose a parte ciò che ti ho insegnato. "Cento versi, sexton esprime il suo dolore per aver trascurato sua figlia joyce in tenera età. Anne, dopo aver tentato il suicidio, fu ricoverata in ospedale e joyce, una piccola, affidata alle cure di sua nonna, che non aveva mai perdonato la figlia per il suo gesto eccessivo. Una volta guarita, anne aveva la parte bassa della schiena nella casa più tormentata da sua madre per far tornare joyce. ? all'interno della stanza di residenza della residenza materna che anne nota, su divisori opposti, il suo ritratto e quello di sua madre: la primaria che ricorda la primaria anne, la seconda che ricorda la sua sana madre. Le 2 foto esaminano ogni diverso,.