Padre Paolo Maran, Centro Missionario Diocesano Vercelli Semplice Intestazione Lettera Sacerdote

Padre Paolo Maran, Centro Missionario Diocesano Vercelli, Intestazione lettera sacerdote

Altre Galleries Intestazione Lettera Sacerdote

Semplice Intestazione Lettera Sacerdote - Il commento potrebbe essere pubblicato sul sito, nella parte più bassa di questa pagina, oltre alla "chiamata", inserito nell'argomento perfetto, un buon modo di apparire perché il titolo dell'intervento, in evidenza. ? obbligatorio fornire il nome e l'e-mail da gestire (campi contrassegnati con *) che è possibile osservare. Quest'ultimo non verrà pubblicato, tuttavia può essere utilizzato dai gestori del sito per rispondere in modo personale al commento. Per ulteriori informazioni consultare l'informativa sulla privacy.

Dopo sessantuno anni, la reggenza della parrocchia passa a un sacerdote più giovane: don stefano "memo" maltempi. ? un conoscente antico, come uno dei cappellani / ecclesiastici della parrocchia che don domenico ha co-udienza negli anni precedenti. Ma il curate rimane a san michele, perseverando nel celebrare la messa, giocando d'azzardo all'organo, cantando solennemente quando necessario e preoccupandosi per le anime.

Beh ... ? molto difficile lasciare commenti a un articolo così puntuale e unico e soprattutto così trasferibile (almeno per me) nonostante il fatto che lo sapessi particolarmente poco e solo alla sua chiusura di 20 anni. Comunque c'è un episodio che di solito considero con un sorriso. Non dimentico esattamente l'anno, ma presumo che sia più o meno successo negli anni '90. Come la maggior parte delle sere, noi ragazzi della parrocchia eravamo tutti nella piazza della chiesa e quella sera dovevamo decidere la destinazione da trascorrere il giorno di agosto e iniziò un dialogo animato e il gruppo si divise in fazioni opposte che non avevano intenzione di cedere la fazione "nemica". Una parte dell'organizzazione sosteneva che avremmo dovuto andare a lungo in val di val, che in ogni caso è vicina alla sorgente di avellana; allo stesso tempo, un'altra fazione sostenne con lo stesso slancio che l'obiettivo doveva essere il monte cucco di perugia. In breve, al culmine della discussione, "don don" ritorna dalla sua ricreazione di scopone e siamo tutti d'accordo sul fatto che non avremmo potuto essere un arbitro superiore per la nostra diatriba. Quindi ci siamo avvicinati e abbiamo chiesto "mi scusi, don domenico, cosa ci proponi di fare in val piano o a monte cucco?".

Ci sono anche istantanee di viaggi extra avventurosi. Per esempio, questo al salto della consuma. Don domenico è visibile a sinistra alla guida della sua moto guzzi zigolo (con la quale è diventato non appena vittima di una coincidenza).